PRENOTA IL BIGLIETTO

PREMI INVIO
PER COMINCIARE LA RICERCA

L’Ultima Cena per immagini

  • MOSTRA FOTOGRAFICA
  • /
  • 28 Maggio 2019 – 8 Dicembre 2019
  • /
  • Museo del Cenacolo Vinciano
La fotografia racconta la storia del Novecento

 
La mostra è allestita negli ambienti del Museo del Cenacolo, a partire dalle prime zone filtro e poi proseguendo negli ambienti adiacenti al refettorio, quelli che si attraversano all’uscita; una selezione di immagini, stampate a partire dalle scansioni degli originali su appositi pannelli, è esposta anche nel giardino, lungo il percorso che porta all’uscita dal sito.

È l’occasione per ripercorrere, attraverso le immagini tratte dagli archivi delle Soprintendenze che per decenni hanno avuto il compito della tutela dell’opera, alcune delle vicende più importanti che hanno segnato la storia e l’immagine dell’opera, ribadendo il valore fondamentale del documento fotografico per la conoscenza della storia di un’opera.
Il focus della mostra è incentrato sul Novecento: gli interventi di restauro del dipinto di Leonardo nel 1908 da parte di Luigi Cavenaghi, nel 1924 da parte di Oreste Silvestri, nel 1954-55 di Mauro Pellicioli dopo la seconda guerra mondiale; il bombardamento aereo del 1943; il restauro di Pinin Brambilla Barcilon durato 22 anni concluso nel 1999, esattamente 20 anni fa, e che ha aperto una nuova era nella metodologia di conservazione dell’opera.
La mostra permetterà quindi di comprendere anche l’impatto che hanno avuto i diversi restauri sulla superficie pittorica grazie al confronto fra immagini degli stessi particolari scattate in occasione dei diversi restauri. Una occasione unica anche per i temi della storia del restauro.

L’<em>Ultima Cena</em> per immagini
Il Refettorio di Santa Maria delle Grazie dopo il restauro Beltrami (ca 1896). In primo piano, di spalle, il busto di Leonardo. © Archivio Fotografico Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Milano
L’<em>Ultima Cena</em> per immagini
Le condizioni del Refettorio di santa Maria delle Grazie dopo il bombardamento del 1943. © Archivio Fotografico Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Milano